Nel 1995, lavora come pianista e cantante presso il Seaclub Francorosso Kiwngwa, a Zanzibar. E sino al gennaio del 2002, prosegue l’ attività come musicista professionista in numerosi paesi e città estere quali: Zanzibar, Djerba, Playa del Carmen, Lanzarote, Capoverde (Isla de Sal), Vancouver, Stoccolma, Oslo, Il Cairo, per citare solo le località più famose. Max ha all’attivo più di 3000 performances live ed un repertorio suonato e cantato di oltre 1500 brani. Nelle numerose gigs ha avuto la possibilità di dividere il palco con molti musicisti di fama internazionale come, ad esempio, la sessione ritmica della band di Carlos Santana. Ha lavorato con l’agenzia Selection di Genova e per alcuni noti tour operators quali: Francorosso Alpitour (Bravo Club) Kuoni Gastaldi Renthotel. Dopo il rientro nella natia Genova, Max ha sentito la necessità di portare il suo pianismo verso una nuova direzione ed ha iniziato a studiare il boogie-woogie, partecipando a numerosi stages con Silvain Zingg, sino a diventare uno dei pochissimi pianisti italiani esperti di questo particolare genere musicale

La sua attività di pianista e cantante blues lo ha portato a suonare con alcuni tra I migliori musicisti nazionali ed internazionali del genere tra i quali Johnny Mars e ha prestato voce e piano in numerose sedute di registrazione Danilo Parodi: bassista da molti anni nella scena Blues, fondatore dei Mama's Pit, ha suonato nei piu' importanti festival italiani ed europei, collaborato con grandi musicisti Blues ed ha all'attivo tre cd registrati assieme ai Mama's Pit e la partecipazione a due cd/tributo a Jimi Hendrix in compagnia di musicisti fra i piu' importanti della scena internazionale quali Robben Ford, Steve Lukather, Hiram Bullock, Larry Coryell.

Collaboratore stabile del Teatro Garage, ha ideato lo spettacolo teatrale "Crossroads", organizzatore di manifestazioni e concerti, direttore artistico per dieci anni della manifestazione Arenzano Jazz & Blues e Arena Blues che si svolge nel porto antico di Genova. Mauro Mura: Batterista della Big Fat Mama, considerato uno dei gruppi di punta della scena italiana e citata su libri, riviste specializzate e sull’enciclopedia della musica italiana curata da Renzo Arbore. Con loro incide tre LP: “Good Man Fellin’ Bad” (1987), “West of Where”, “Let us…live” (1989 dal vivo). Ha suonato nei principali club della penisola e nelle più importanti manifestazioni musicali: Milano Blues Festival, opening act per Johonny Winter ; sempre a Milano opening act per Pogues, Steve Ray Vaughan e Los Lobos; Rock Targato Italia trasmesso da Italia 1 ; Sanremo Blues trasmesso da RAI 1; aperture a importanti concerti tra i quali quelli di Screamin’ Jay Hawkins, Clifton Chenier Jr, Honeboy Edwards, Legendary Blues Band, Jimmy Rogers’. Da ricordare l’esibizione al "Courmayeur Blues Festival" accanto ad "Albert Collins and the Icebreakers". 

Ha collaborato con importanti musicisti italiani (Paolo Bonfanti, Fabio Treves, Alessio Menconi) e stranieri tra i quali Louisiana Red, Eddie C. Campbell, Zora Young e Johnny Mars, con il quale incide nel 1993 il CD “Can you her me?” per la B&R Connection e partecipa alla tournèe europea promozionale del disco. Si esibisce in numerosi festival europei suonando al fianco, tra gli altri, di James Cotton, Magic Slim, Sherman Robertson, Little Willie Littlefield e partecipa al “Pistoia Blues Festival”, con Johnny Mars, accanto all’ex Led Zeppelin Robert Plant.

  • Johnny Mars – armonica e voce
  • Mauro Mura – batteria
  • Danilo Parodi – basso
  • Davide Serini – chitarra
  • Andrea Zanzottera - 
Share