1901 - 1968

James Arnold nacque il 15 febbraio del 1901 a Lovejoy, cittadina della contea di Clayton, in Georgia, e apprese i primi rudimenti della tecnica chitarristica dal cugino John Wigges.

Non appena diciottenne, Arnold si trasferì a Chicago, dove fu attivo nel gruppo degli Oscar's Chicago Swingers, divenendo poi noto sopratutto, per le sue esibizioni solistiche nei malfamati locali downtown. Dopo la parentesi chicagoana, per oltre un quinquennio si persero completamente le sue tracce, fino alla ricomparsa nei locali di Menphis sotto lo pseudonimo di Gitfiddle Slim; proprio a Menphis riuscì a mettere in risalto le sue migliori doti: il caratteristico suono metallico della chitarra appoggiata sulle gambe e suonata con un collo di bottiglia, la voce calda e profonda che sgorgava direttamente dall'animo, i testi dei suoi brani irriverenti e terreni come pochi altri.

A Menphis, nel 1939, venne scoperto da un talent-scout tale Mayo Williams della Decca, che gli fece incidere un brano di supporto alla campagna pubblicitaria del caffè Kokomo, da quel momento, Kokomo diverrà il suo soprannome, ed il brano, Old Original Kokomo Blues, cover della canzone di Scrapper Blackwell scritta per la città di Kokomo nell'Indiana, si rivelerà un notevole hit discografico.

Era stato l'inizio di un successo  senza flessioni per James Arnold, cui erano seguite sempre nuove incisioni, oltre un centinaio, in un quarto di secolo di brillante carriera mudicale, fino al culmine della sua attività in compagnia del pianista-chitarrista Peetie Wheatsraw.

James Kokomo Arnold era un chitarrista mancino famoso per la velocità d'esecuzione chitarrista ed è stato forse il primo chitarrista "Sheredder" della storia. Numerosi artisti furono influenzati dalla sua musica e tra questi si contano nomi come Robert Johnson che ripropose "Old Original Kokomo Blues" presentandola come Sweet Home Chicago e Milk Cow Blues come Milcow's Calf Blues e alcuni suoi brani furono in seguito eseguiti come cover da Elvis Presley (Milk Cow Blues) ed Aerosmith.

James Kokomo Arnold è morto l'8 novembre del 1968 per un attacco di cuore a Chicago, ma la sua musica non ha smesso di affascinare e influenzare le successive generazioni di musicisti, lasciando evidenti tracce nell'attività di personaggi quali Elmore James ed Elvis Presley.

Share